Angel Cake

Angel Cake

Angel Cake, ricetta:

Oggi vi darò una buona idea per smaltire gli albumi in eccesso, ormai è tempo di iniziare le prove per pandoro e panettone, quindi sicuramente avrete tanti albumi da consumare. Una valida ricetta per usare gli albumi è quella della Angel Cake, una squisita torta americana, buona buona, alta alta e soffice soffice da sciogliersi in bocca.

Servono davvero pochi ingredienti per la realizzazione dell’Angel Cake e potrete gustarla semplice, o farcirla con crema, marmellata o cioccolato. Si può spolverizzare di zucchero o glassare, sbizzarritevi pure come preferite. Io l’ho anche colorata di rosa perché piaceva alla mia nipotina, così ho utilizzato un colorante per alimenti. Il risultato è assicurato!

Ingredienti:

per l’impasto:

  • 485 g di albumi;
  • 160 g di farina 00;
  • 240 g di zucchero a velo;
  • scorza di arancia o estratto di vaniglia;
  • scorza di limone;
  • un pizzico di sale;
  • 8 g di cremor tartaro;

per la glassa:

  • 100 g di cioccolato bianco;
  • 100 g di cioccolato fondente;
  • 2 noci di burro;
  • zuccherini colorati;

Preparazione:

Preparate lo stampo da Angel cake, se lo usate per la prima volta, ungete con un sottile strato olio di semi le pareti dello stampo prima di utilizzarlo. Accendete il forno in modalità statica a 180° e lasciate preriscaldare.

Mettete un pentolino sul fuoco medio-basso e versate gli albumi e 200 g di zucchero, mescolate con una frusta e con un termometro da cucina assicuratevi che la temperatura arrivi a 45° circa. Una volta raggiunta la temperatura (l’albume non dovrà cuocere) togliete il pentolino dal fuoco e versate il composto nella planetaria. Aggiungete l’aroma alla vaniglia e le bucce di limone e arancia, il pizzico di sale e con la frusta a filo iniziate a montare gli albumi, se non avete la planetaria potrete utilizzare uno sbattitore elettrico. Montate bene gli albumi fino ad ottenere una consistenza spumosa, bianca e soda (come la panna).

Setacciate la farina e il cremor tartaro a parte in una ciotola, una volta montate le chiare d’uovo, iniziate ad incorporarli piano piano, versando un cucchiaio per volta e mescolando delicatamente dal basso verso l’alto, facendo molta attenzione a non smontare gli albumi. Non appena tutti gli ingredienti saranno ben incorporati versateli nello stampo per Angel cake, livellate bene l’impasto e infornate per 35 minuti circa.

Trascorso il tempo, prima di sfornare la torta assicuratevi che sia cotta, fate la prova stecchino, infilzate la torta con uno stecchino e se ne uscirà asciutto allora sarà pronta per essere sfornata, altrimenti tenetela dentro qualche minuto ancora.

Capovolgete la torta lasciandola nello stampo (adatto a questa operazione, infatti ha i piedini) finché sarà completamente fredda.

Una volta fredda, potete togliere la torta dallo stampo e preparare la glassa:

tagliate a pezzetti il cioccolato bianco, versatelo in una tazza adatta al microonde e aggiungete una noce di burro, fate sciogliere il cioccolato, io ho impostato la massima temperatura per 3 minuti circa. Togliete la tazza e mescolato il cioccolato che sarà sciolto e liscio. Ripetete l’operazione con il cioccolato fondente.

Se non avete il microonde, sciogliete il cioccolato a bagnomaria: versate l’acqua in un pentolino, mettetelo sul fuoco e sul pentolino mettete la tazza col cioccolato e la noce di burro, mescolate finché il cioccolato sarà sciolto.

A questo punto versate il cioccolato sciolto sulla torta, io ne ho versato uno da una parte e l’altro dall’altra e ho decorato infine con zuccherini colorati.

Buon appetito 🙂

 

 

Please follow and like us:
Pane arabo con pasta madre

Pane arabo con pasta madre

Pane arabo con pasta madre

Pane arabo con pasta madre, ricetta:

Il pane arabo con pasta madre è delizioso, vi propongo la ricetta con lievito madre. Io non uso gli “esuberi” non rinfrescati, preferisco rinfrescare sempre la mia pasta madre, a proposito, si chiama Pippo, e usarla quando è ben matura. L’idea dei panini arabi è partita dalla mia dieta, già, sono a dieta, così ho approfittato di questa cosa per fare le porzioni di pane che dovrò mangiare.. Mi sono detta: “ok la dieta, ma senza rinunciare al gusto” 🙂

Nella ricetta ho usato una farina di media forza, ma in alternativa va benissimo una farina manitoba.

Eccovi le dosi per 12 panini:

Ingredienti:

  • 400 g di pasta madre rinfrescata;
  • 600 g di farina di media forza (w270 -w300);
  • 350 g di acqua;
  • 1 cucchiaio di miele;
  • 12 g di sale;
  • 2 cucchiai di olio evo;

Procedimento:

iniziamo a preparare il nostro pane arabo con pasta madre. Mettete nella ciotola della planetaria la pasta madre (oppure su una spianatoia, se non avete l’impastatrice) e aggiungete l’acqua, iniziate a mescolare a bassa velocità usando il gancio. Piano piano aggiungete la farina, il miele, il sale e l’olio, continuate a mescolare aumentando la velocità (io uso la velocità 6 della Kitchenaid).

Continuate fino ad ottenere un impasto morbido e compatto, una volta finito, ungete di olio una terrina e versate l’impasto dentro, lasciate riposare per almeno 3 o 4 ore, l’impasto dovrà raddoppiare il suo volume.

Trascorso questo tempo, prendete l’impasto e mettetelo su una spianatoia, picchiettate con le dita in dopo da stenderlo dando una forma rettangolare (più o meno). Adesso dividete l’impasto in 12 parti uguali, io ho ricavato 12 porzioni da 100 g circa (o poco più), formate dei pani rettangolari sottili spessi circa 1 o massimo 2 cm, io non ho usato il mattarello, ho lavorato le mani picchiettando con le dita.

Mettete i panini in una teglia ricoperta di carta forno e coprite con un altro foglio di carta forno umido (bagnato e strizzato), mettete la teglia in forno spento e lasciate lievitare per circa 2 o 3 ore.

 

Pane arabo con pasta madre impasto
Pane arabo con pasta madre impasto

 

Adesso è il momento della cottura: preriscaldate il forno a 230°, siccome ogni forno è diverso, ricordate che la temperatura per la cottura di questo pane può variare dal 210° ai 240°. Una volta caldo, infornate il pane sempre coperto da carta forno in modo tale da non farlo dorare, deve restare bianco. Infornate per 10 minuti circa. Io lo lascio dorare leggermente, quindi dopo 10 minuti tolgo la carta e lo lascio altri 2 o 3 minuti al massimo, controllando che non si dori troppo.

Adesso i vostri panini sono pronti.

Buon appetito 🙂

Please follow and like us:

Cupcakes con frosting philadelphia e yogurt

Cupcakes con frosting philadelphia e yogurt

Cupcakes con frosting philadelphia e yogurt, ricetta:

Oggi vi propongo questa fantastica e facilissima ricetta per i cupcakes con frosting philadelphia e yogurt. Un capcake è una piccola torta, letteralmente “torta in tazza”, che ha tutte le caratteristiche di una vera e propria torta in miniatura. Tutto ciò che occorre fare per realizzare un capcake è appunto un impasto soffice e delicato e una farcitura dolce e golosa, proprio come faremmo con una torta classica. Questi buonissimi dolcetti vanno cotti in pirottini di ceramica imburrati e infarinati o nelle teglie da cupcakes, dopo averle foderate con pirottini di carta.

Non è difficile realizzarli, ma sono sicuramente un dolcetto molto goloso e anche bello da vedere.

La ricetta che vi sto per postare vi permetterà di realizzare circa 36 cupcakes, ovviamente dipende da quanto grandi li volete fare.

Nell’impasto non ho utilizzato burro ne olio, ma ho usato la ricotta e il latte di riso, ovviamente potrete sostituire il latte di riso con quello classico o senza lattosio. Li o farciti con una crema e delle gocce di cioccolato.

Ingredienti:

Per l’impasto:

  • 500 g di ricotta;
  • 300 g di farina “00”;
  • 300 g di zucchero;
  • 2 uova;
  • una bustina di lievito per dolci;
  • aroma vaniglia (oppure limone o arancia);
  • un picchiere di latte di riso (o latte classico);

Per la crema:

  • 240 g di philadelphia (3 panetti);
  • 130 g di zucchero a velo;
  • 80 g di burro;
  • 150 g di crema di yogurt bianco;

Per decorare:

  • gocce di cioccolato (o zucchero o quello che preferite);

Procedimento:

iniziate mettendo la ricotta nella ciotola della planetaria, aggiungete le uova e lo zucchero e impastate per 2 minuti con la frusta a K (in alternativa usate una ciotola e uno sbattitore). Aggiungete la farina setacciata e continuate e mescolare, unite il latte e per ultimo il lievito, mescolate ancora, dovrete ottenere un impasto compatto e cremoso, non molto liquido.

Impasto cupcakes
Impasto cupcakes

Preparate la teglia da cupcakes (o da muffin) foderata con pirottini di carta e preriscaldate il forno a 180°.

Utilizzando un cucchiaio da gelataio o un cucchiaio classico riempite tutti i pirottini, cercando di mettere la stessa quantità di impasto in ogni pirottino. Finita questa operazione infornate per 30 minuti circa, continuate così fino a finire  tutto l’impasto. Prima di sfornare i dolcetti fate la prova stecchino per essere sicuri che siano cotti.

cupcakes in forno
cupcakes in forno

 

cupcakes appena sfornati
cupcakes appena sfornati

Una volta sfornati, toglieteli dalla teglia e lasciateli su una griglia finché non saranno completamente freddi.

cupcakes freddi
cupcakes freddi

Intanto preparate la crema: versate nella ciotola della planetaria la philadelphia, lo zucchero a velo e il burro morbido (a temperatura ambiente) ma non sciolto, iniziate a mescolare con la frusta a filo (quella per montare). Mescolate finchè gli ingredienti saranno incorporati bene. Alla fine togliete la ciotola dalla planetaria e unite la crema di yogurt mescolando con una spatola.

frosting
frosting

Adesso, accertatevi che i cupcakes siano freddi e farciteli con l’aiuto di una sac’a poche o semplicemente con un cucchiaino e decorate con le gocce di cioccolato.

cupcakes farciti
cupcakes farciti

Buon appetito 🙂

 

 

Please follow and like us:

Zeppole di San Giuseppe

Zeppole di San Giuseppe

Zeppole di San Giuseppe, ricetta:

Le zeppole di San Giuseppe o Sfinci di San Giuseppe, sono un tipico dolce che si prepara (direi in tutta l’Italia ormai) nel periodo di San Giuseppe. Sono diverse le variati, a seconda delle zone. In generale, l’impasto è simile alla pasta choux, praticamente quella per preparare i bignè. Si tratta di un impasto neutro, utilizzato in pasticceria per la realizzazione di diversi dolci e non solo, perché con la pasta choux si possono preparare anche prelibatezze salate.

Veniamo alle nostre zeppole di San Giuseppe, da noi conosciute come “sfinci di San Giuseppe”, perché in sicilia le zeppole si chiamano sfinci. Una volta preparate potrete farcire le zeppole con crema pasticcera  o come preferisco io con la crema di ricotta e gocce di cioccolato, se volete, potrete aggiungere anche qualche ciliegina o canditi e zucchero a velo.

Andiamo alla ricetta, con queste dosi potrete preparare circa 14 zeppole grandi o 25 piccole, a seconda dei vostri gusti.

Ingredienti:

Per l’impasto:

  • 125 g di acqua;
  • 125 g di latte;
  • 250 g di farina “00”;
  • 80 g di strutto (o burro);
  • un pizzico di sale;
  • un pizzico di bicarbonato;
  • 4 uova medie (ma potrebbero servirne anche 5 o 6);

Per farcire:

  • 1 kg di ricotta di pecora (ma anche altra ricotta);
  • 400 g di zucchero a velo (variate a seconda dei vostri gusti);
  • 70 g di gocce di cioccolato;

Procedimento:

mettete una pentola sul fuoco e versate il latte e l’acqua, aggiungete lo strutto e fatelo sciogliere.

Latte e strutto
Latte e strutto

Appena i liquidi staranno per bollire versate tutta la farina e iniziate a mescolare con un mestolo di legno finché non si sarà formata una palla e si sarà staccata dai bordi. Adesso spegnete il fuoco e lasciate intiepidire l’impasto.

Impasto zeppole
Impasto zeppole

Trasferite l’impasto nella ciotola della planetaria e iniziate e mescolare con la frusta a K (quella piatta). Aggiungete le uova, uno alla volta, e non mettete il secondo se non si è assorbito il primo. Dovrete ottenere un impasto morbido ma non eccessivamente liquido, come una crema compatta ma lavorabile con la sac à poche.

Impasto Pronto
Impasto Pronto

 

Sac à poche
Sac à poche

A questo punto accendete il forno a 200° e lasciate preriscaldare. Foderate le teglie con carta forno e versate l’impasto in una sac à poche. Iniziate e formare le zeppole facendo dei cerchietti piccolini, potrete fare uno strato o anche due. Io ho fatto due strati e sono venute abbastanza grandi, perchè durante la cottura si gonfiano molto.

Zeppole di San Giuseppe
Zeppole di San Giuseppe

Una volta formate le vostre zeppole infornatele per 25 – 30 minuti. Una volta sfornate potete lasciarle finché saranno completamente fredde.

Preparate la crema mettendo la ricotta e lo zucchero nella ciotola della planetaria, mescolate con la frusta a K per 5 minuti circa, assaggiate per essere sicuri che sia dolce al punto giusto (secondo i vostri gusti). Adesso aggiungete le gocce di cioccolato e mescolate con un mestolo.

Farcite le vostre zeppole come preferite. Io le taglio a metà e metta la crema dentro, ma si può mettere un ciuffetto di crema anche sopra.

Attenzione alla cottura:

Durante la cottura, mettete la teglia nella parte centrale del vostro forno in modo da avere una cottura uniforme. Dopo 25 – 30 minuti, che sarà il tempo necessario alla cottura (si dovranno dorare), NON APRITE IL FORNO DI COLPO o le zeppole si sgonfieranno di colpo!!! Quando sarà terminato il tempo di cottura, spegnete il forno e lasciatele dentro per 5 minuti, poi aprite leggermente il forno e lasciate intiepidire. Solo dopo 15 – 20 minuti potrete tirare le zeppole fuori dal forno.

Buon appetito 🙂

 

Please follow and like us:

Torta mimosa all’ananas

Torta mimosa all’ananas

Torta mimosa all’ananas, ricetta:

La torta mimosa è una torta tipicamente preparata in questo periodo, proprio per la festa della donna. Questa volta ho voluto provare una variante creando la torta mimosa all’ananas. Una ricetta molto semplice e anche fresca. L’ananas darà una nota molto fresca alla torta. La farcitura sarà con la panna e non con la crema e la panna, come di solito, e questo la rendere soffice come una nuvola.

Gli ingredienti sono per fare una torta del diametro di 20 cm circa.

Ingredienti:

Per la base:

  • un pan di spagna da 18 – 20 cm di diametro;

Per farcire:

  • 250 ml panna da montare;
  • 4 o 5 fette di ananas;
  • succo di ananas q.b.;

Procedimento:

Tagliate a cubetti l’ananas e fatelo sgocciolare per bene. Prendete il pan di spagna e tagliatelo in 3 dischi uguali. Togliete il disco centrale e mettetelo da parte. Bagnate i due dischi laterali ( il primo e la base) con il succo di ananas, aiutandovi con un pennello da cucina. Adesso prendete il disco centrale e tagliatelo a cubetti piccoli.

 

ananas cubetti
ananas cubetti

pan di spagna cubetti
pan di spagna cubetti

 

Prepariamo la farcitura: prendete la panna liquida, fredda di frigo, e versatela nella ciotola della planetaria, iniziate a montare con la frusta a filo, a velocità iniziale 5 per arrivare a velocità 8. Montare per bene la panna. Fate attenzione al tipo di panna che scegliete: alcune sono già zuccherate, altre necessitano di zucchero. Se avete comprato una panna da zuccherare, unite 50 g di zucchero a velo prima di montare.

 

panna montata
panna montata

 

A questo punto, prendete la base del pan di spagna e iniziate a farcire, versate la panna e livellate aiutandovi con una spatola. Mettete sopra una parte dei cubetti di ananas e coprite con altra panna. Poggiate sopra l’altro disco di pan di spagna, fate attenzione, adagiatelo delicatamente. Continuate a versare la panna, coprite tutta la torta e livellate per bene il tutto.

 

 

disco con bagna
disco con bagna

 

disco con panna
disco con panna

 

farcitura disco base
farcitura disco base

 

farcitura torta
farcitura torta

 

torta livellata
torta livellata

 

bordo torta mimosa
bordo torta mimosa

 

torta momosa bordo
torta mimosa bordo

 

torta momosa ananas
torta mimosa ananas

 

torta mimosa pronta
torta mimosa pronta

 

torta mimosa fetta
torta mimosa fetta

 

A questo punto coprite il bordo (lungo tutta la circonferenza) con i pezzetti di pan di spagna, mentre sopra coprirete con i cubetti di ananas che sono rimasti. Decorate nel modo che più vi piace dando l’effetto mimosa alla vostra torta.

Conservate la torta in frigo, può durare per un paio di giorni.

Buon appetito 🙂

 

Please follow and like us:

Pizza napoletana cotta su pietra refrattaria

Pizza napoletana cotta su pietra refrattaria

Pizza napoletana cotta su pietra refrattaria, ricetta:

Da un pò di tempo sto provando a fare la pizza in casa, fin’ora avevo fatto la pizza in teglia con ottimi risultati, ma questa volta ho voluto provare la pizza napoletana cotta su pietra refrattaria, quella che si mangia solo in pizzeria.

Premetto che devo assolutamente ringraziare un fantastico gruppo dal quale sto imparando moltissimo, si tratta de La Confraternita Della Pizza, e il nome è tutto un programma!!! Questo gruppo è diventato per me di fondamentale importanza per le mie lezioni sulla pizza, oltre ad un libro Panificando del maestro Piergiorgio Giorilli, una bibbia per chi vuole davvero imparare come si fa la panificazione.

Quella che vi propongo è la ricetta della pizza della pizza napoletana cotta nel forno di casa ma su pietra refrattaria come se fosse fatta in pizzeria. Ovviamente, il forno a legna è tutta un’altra storia, ma con questo metodo il risultato sarà ottimo. Basterà utilizzare la massima temperatura del vostro forno elettrico e la pietra refrattaria posta sul ripiano più basso.

Questa ricetta ha una lievitazione di 8 ore, potrete iniziare la mattina es essere pronti per cena.

Ingredienti (per 5 panetti):

  • 800 g di farina media forza (W270 circa);
  • 500 g di acqua fredda di frigo;
  • 3 g di lievito di birra;
  • 27 g di sale fino (potranno essere 25 o 30 a seconda dei gusti);

Procedimento:

mettete il lievito e l’acqua nella vostra planetaria e iniziate a farlo sciogliete, aggiungete la farina, poco alla volta, e il sale. Impastate per circa 20 minuti, dovrete ottenere un impasto morbido ed omogeneo che non si attacca alle mani. Formate un panetto, mettetelo dentro un recipiente con coperchio e lasciatelo lievitare in frigo per 3 ore.

Tirate fuori l’impasto e dividetelo in 5, formate delle palline da circa 250 – 260 grammi ciascuna e rimettete a lievitare, questa volta nel forno spento. Lasciate lievitare per altre 5 ore. Dopo questa lievitazione sarete pronti per stendere e infornare la pizza.

Preparate il condimento che preferite e il gioco è fatto!

Preriscaldate il forno alla massima temperatura, ponete la pietra refrattaria nel ripiano più basso, stendete e farcite la pizza. Adesso infornate per 10 minuti circa, controllate la cottura e sfornate.

Buona pizza a tutti 🙂

Please follow and like us:

Muffin con avena ricotta e gocce di cioccolato

Muffin con avena ricotta e gocce di cioccolato

Muffin con avena ricotta e gocce di cioccolato, ricetta veloce:

Oggi vi propongo una ricetta semplice, veloce e buona. Muffin con avena ricotta e gocce di cioccolato, facili e veloci da preparare. I muffin sono molto comuni in america, si tratta di dolcetti piccolini a forma di piccole torte, da non confondere con i cupcake. La differenza tra i due è proprio che i muffin sono dei dolcetti piccoli, quasi come dei panini dolci, invece i cupcake (torta in tazza) sono delle vere e proprie piccole tortine in miniatura 🙂

Ne esistono di vari tipi e ci si può davvero sbizzarrire come vogliamo nella preparazione. Io oggi ho provato dei muffin con la farina d’avena, l’amido di riso, la ricotta di capra (ma potete utilizzare quella che trovate, va bene anche di mucca o pecora) e le gocce di cioccolato. Non ho voluto usare le uova, le ho sostituite con lo yogurt (io ho usato quello alla fragola, che sta bene col cioccolato, ma voi usate quello che preferite).

Ingredienti:

  • 150 g di farina d’avena;
  • 50 g di amido di riso;
  • 125 g di yogurt alla fragola (1 vasetto);
  • 150 g di zucchero;
  • 1 cucchiaino di aroma di vaniglia;
  • 1/2 bustina lievito per dolci (8 g);
  • 50 g di gocce di cioccolato;
  • 120 g di ricotta di capra;

Procedimento:

Mettete tutti gli ingredienti nella ciotola della planetaria e iniziate e mescolare a velocità bassa, aumentate piano piano e fate incorporare bene gli ingredienti. Preriscaldate il forno a 180° e foderate una teglia da muffin con i pirottini di carta. Aggiungete le gocce di cioccolato per ultimo, mescolate bene e fate incorporare all’impasto. Con l’aiuto di un cucchiaio per gelato riempite i pirottini e infornate per 20 minuti circa. Una volta cotti fate la prova stecchino per verificarne la cottura.

Sfornate e fate riposare su una griglia per 10 minuti, togliete, poi, i muffin dalla teglia e lasciate riposare ancora finchè saranno freddi, spolverate di zucchero a velo e servite.

Buon appetito 🙂

 

 

 

Please follow and like us:

Muffin con mele e orzo light

Muffin con mele e orzo light

Muffin con mele e orzo light, ricetta veloce:

Vi propongo, ancora una volta, una ricetta light, adatta a chi sta seguendo una dieta o semplicemente non vuole superare un certo regime calorico. Questi muffin con le mele sono anche proteici e con pochissimi grassi. Ho utilizzato le proteine del latte, l’orzo e la farina di avena, sostituendo lo zucchero con la stevia. Ma se non trovate la stevia potrete utilizzare lo zucchero di canna o il fruttosio.

Questa ricetta è semplice e veloce da realizzare, adatta ad una colazione o una merenda sana e leggera.

Ingredienti (per 12 muffin):

  • 120 g di farina d’avena;
  • 35 g di proteine del latte;
  • 35 g di orzo in polvere;
  • 1/2 bustina di lievito per dolci;
  • 1 cucchiaino di cannella;
  • 4 uova intere;
  • 18 g di stevia (oppure 20 g di fruttosio o zucchero di canna);
  • aroma di vaniglia a piacere;
  • 15 g di olio di semi;
  • 350 g di mele;

Procedimento:

sbucciate le mele e tagliatele a pezzettini piccoli. Versate nella ciotola della planetaria ( o in una terrina) la farina d’avena, le proteine del latte, l’orzo, la cannella, il lievito, la stevia e fate aerare per 30 secondi, aggiungete le uova e fate lavorare a bassa velocità. Fate amalgamare bene e aggiungete le uova, la vaniglia e l’olio di semi. Fate lavorare l’impasto per 5 minuti finché si sarà bene mescolato e incorporate bene tutti gli alimenti.

Se non avete la planetaria potrete utilizzare uno sbattitore elettrico o mescolare con un mestolo a mano, ci metterete qualche minuto in più ma il risultato sarà assicurato.

Una volta incorporati bene gli alimenti e ottenuto un impasto piuttosto denso, unite le mele a pezzetti e mescolate con un mestolo, facendo amalgamare bene le mele. Otterrete un composto denso e ruvido.

Impasto muffin
Impasto muffin
muffin sfornati
muffin sfornati

Preriscaldate il forno a 180° e foderate una teglia da muffin con i pirottini di carta. Versate un cucchiaio di composto in ogni pirottino e finite l’impasto cercando di distribuire l’impasto in maniera equa. Infornate nel forno caldo per 20 minuti. Fate la prova stuzzicadenti prima di sfornare. Lasciate raffreddare la teglia su una gratella per 5 minuti e poi estraete i pirottini, lasciandoli sulla gratella finchè saranno tiepidi. Spolverate con zucchero a velo o cannella e servite. Saranno ottimi sia tiepidi che freddi.

Buon appetito 🙂

Please follow and like us:

Pollo al sesamo light

Pollo al sesamo light

Pollo al sesamo light, ricetta:

Una delle cose che preferisco è mangiar bene e con gusto. A chi piacerebbe mangiare rinunciando ai sapori in nome di una dieta salutare? Uhm.. A nessuno, forse! Si può mangiare bene, leggero, ma senza rinunciare al sapore. Il pollo è una carne bianca, indicata spesso nelle diete con un basso apporto calorico o in quelle proteiche. Ma invece che fare la solita fetta di pollo grigliata o alla piastra si può aguzzare l’ingegno e la fantasia e preparare qualcosa di sfizioso, proprio come il pollo al sesamo light. Basteranno pochi ingredienti per preparare un piatto leggero e saporito.

Ingredienti:

  • 250 g di petto di pollo;
  • 1 limone;
  • 2 cucchiai di olio evo;
  • sesamo q.b.;
  • sale e pepe q.b.;

Procedimento:

Per preparare il pollo al sesamo light, prendete il pollo e tagliatelo a pezzetti formando dei bocconcini. Mettete il pollo a marinare nel limone e olio, lasciatelo per 20-30 minuti. Preparate il sesamo in un piatto fondo e iniziate a panare il pollo nel sesamo, fate attenzione a coprire bene il pollo col sesamo da entrambi i lati. Appoggiate i pezzetti di pollo in una teglia e procedete finendo tutto il pollo. Condite con sale e pepe a piacere. Potrete cuocere il pollo sia nel forno a microonde che nel forno tradizionale. Io, in questo caso ho utilizzato il microonde perché avevo poco tempo a disposizione.

Modalità cottura:

  1. cottura microonde: modalità crisp per 15 minuti.
  2. cottura forno classico: preriscaldate a 180° e cuocete per 20 minuti circa.

Potrete servire il pollo con un’insalata mista, con versure varie o con le patate al forno. O, ancora, con purea di patate o crema di yogurt. Il risultato sarà davvero ottimo. Il pollo andrà sfornato quando si sarà dorato e sarà ottimo sia caldo che freddo. Potrete preparare un’ottima cena o dei fantastici aperitivi per i vostri amici.

Buon appetito 🙂

Please follow and like us:

Vellutata di zucchine e gamberetti

Vellutata di zucchine e gamberetti

Vellutata di zucchine e gamberetti, ricetta semplice:

Eccomi a proporre un piatto semplice, leggero e allo stesso tempo  buono e gustoso. Spesso, quando si pensa al cibo sano, leggero e senza grassi, ci viene la tristezza, ci immaginiamo distese di insalata poco condita, senza sapore e difficile da mandar giù.

Le zucchine sono una verdura molto leggera che può essere cucinata in diversi modi: è ottima con la pasta, con i risotti, ma si possono realizzare ottimi secondi, e anche i dolci. Buone le zucchine ripiene e un abbinamento che io prediligo è con i gamberetti.

Questa è la ricetta della vellutata di zucchine e gamberetti per chi ha poco tempo, vuole mangiare leggero e senza rinunciare al gusto.

Vediamo come trasformare un piatto semplice, a base di zucchine e gamberetti, in un piatto semplice e saporito: la vellutata di zucchine e gamberetti, con una ricetta semplice e veloce, ma allo stesso tempo light!

Ingredienti (per 2 persone):

  • 350 g di zucchine;
  • 250 g i gamberetti;
  • 1 cucchiaio di panna vegetale (opzionale);
  • 1 litro di brodo vegetale;
  • 1/2 cipolla rossa;
  • qualche foglia di menta;
  • 1/2 bicchierino di marsala;

Procedimento:

Preparate il brodo vegetale, aggiungete la cipolla, la zucchina, dopo averla lavata e pelata. Tagliate la zucchina e tocchetti e fate cuocere per 15 minuti circa. Unite 2 foglioline di menta. Adesso scottate i gamberetti in una padella con poca acqua e saltateli col marsala. Aggiungete i gamberetti al brodo con la zucchine e lasciate qualche gamberetto da parte per decorare. Prendete un minipimer e frullate tutto. Se volete potete aggiungere il cucchiaio di panna vegetale, mescolate, decorate con gamberetti, qualche foglia di menta e pepe rosa. Servite caldo.

Consiglio: se utilizzate delle zucchine biologiche potete tenere un pò di buccia, così da dare al piatto un colore verde più intenso. Il profumo e il gusto della menta si sposano molto bene con le zucchine e i gamberetti.

Please follow and like us: