Vellutata di zucca con pancetta

Vellutata di zucca con pancetta

Vellutata di zucca con pancetta, ricetta:

La vellutata di zucca con pancetta è un piatto molto autunnale, caldo e saporito, facile da preparare, sano è un modo alternativo di mangiare le verdure! Potrete decorarlo come preferite, abbinando della pancetta rosolata, dei crostini di pane, o ancora funghi trifolati.. Io ho decorato con peperoncini poco piccanti..

Ingredienti ( per 4 persone):

  • 500 g di zucca;
  • 200 g di patate;
  • 130 g di carote;
  • 1 foglia di salvia;
  • 500 g di brodo vegetale;
  • cipolla per soffritto;
  • 3 cucchiai di panna da cucina;
  • 3 fette di pancetta (opzionale);

Preparazione:

Preparate il brodo vegetale con cipolla, sedano, carota e patate oppure usate un brodo pronto. Pulite le patate, le carote  e la zucca, tagliate le verdure a dadini e fate rosolare il tutto in un tegame con un filo di olio evo e la cipolla tritata finemente.  Dopo aver rosolato aggiungete il brodo vegetale. Continuate la cottura nel brodo vegetale, aggiungendolo in 2 volte, unite le foglie di salvia. Cuocere per circa 30 minuti, a fuoco moderato, finché saranno molto cotte e il brodo sarà diminuito. Togliete la salvia e frullate le patate e la zucca con un mixer fino a formare una crema. Mescolando aggiungete la panna, aggiustate con sale e aromi secondo i propri gusti (ci starebbe bene qualche chiodo di garofano). Impiattate e servite caldo.

Consigli:

Se ne avete voglia, rosolate della pancetta su una piastra o padella antiaderente, tagliatela a pezzi rettangolari larghi 2 dita e servite la vellutata con la pancetta, oppure con dei crostini, il tutto ben caldo. Il risultato sarà davvero ottimo!

Buon appetito 🙂

Arancini di riso con ragù

Arancini di riso con ragù

Arancini di riso con ragù, ricetta:

A proposito di questa ricetta potrei scrivere per ore, ma mi limiterò molto 🙂

Questo è un piatto tipico siciliano, gli arancini di riso con ragù, e come tante ricette ne esistono diverse versioni, a seconda della zona dove vengono preparati “gli arancini”, non solo cambiano lievemente la ricetta, ma anche la forma e addirittura il nome. Nel mio paese di origine, provincia di Agrigento, sono “maschi”, infatti si chiamano arancini, nel palermitano diventano “femmine”, prendendo il nome di arancine, nel catanese sono ancora “arancini”, gli arancini di riso con ragù, e così via.. Una cosa accomuna tutti questi arancini: LA BONTA’, sono squisiti da Palermo a Catania, da Trapani ad Agrigento e da Messina a Ragusa.

Se vi capitasse di visitare la mia splendida isola, oltre ad ammirare il suo splendore, il mare e i paesaggi, assaporatene la cucina.. Non ve ne pentirete!

Gli arancini hanno due versioni ufficiali: rossi (col ragù) o bianchi (con prosciutto e mozzarella), ma esistono in varie versioni, con i funghi, con gli spinaci e persino dolci, tanto che il 13 dicembre, a Palermo, si festeggia la festa di Santa Lucia, sfornando le più svariate ricette degli arancini, vedrete arancini in tutte le salse, anche con la nutella.

Stasera vi propongo la versione con ragù!

Ingredienti:

Per le palline:

  • 1 kg riso;
  • brodo vegetale;
  • 5 bustine di zafferano;

Per il ripieno:

  • 400 g di mozzarella a cubetti;
  • 300 g di carne tritata di maiale o bovino;
  • 1 cipolla piccola;
  • olio evo q.b. ;
  • pepe nero macinato q.b. ;
  • sale q.b. ;
  • 500 g di passata di pomodoro;

Per l’impanatura:

  • farina “00” q.b. ;
  • pangrattato q.b. ;
  • uova q.b. ;
  • olio di semi per friggere;

 

Preparazione:

Fate soffriggere la cipolla in un tegame con olio evo, poi unite la carne macinata; fatela rosolare a fuoco vivace e quando sarà cotta, salate e pepate. A questo punto aggiungete la passata di pomodoro e fate cuocere per almeno 40 minuti a fuoco moderato, fate addensare bene il sugo.

Preparate il risotto: fate rosolare il riso in un filo di olio d’oliva, aggiungete il brodo e ultimate la cottura, lasciate il riso al dente. 1 minuto prima che sia pronto aggiungete lo zafferano e mescolate bene. Lasciate raffreddare il riso in una terrina.

Con il riso precedentemente preparato, formate una pallina delle dimensioni di un mandarino; formate un incavo al centro dove porrete un cucchiaio di sugo, e due o tre dadini di mozzarella, poi chiudete con dell’altro riso.
Fate così fino all’esaurimento degli ingredienti, poi infarinate tutte le palline di riso ottenute, passatele nell’uovo sbattuto, nel pangrattato e per ultimo friggetele in abbondante olio bollente, finché diventeranno dorate.
Servite gli arancini caldi, oppure, se preferite, anche a temperatura ambiente.

Buon appetito 🙂