Pasta frolla: come prepararla

Pasta frolla

Pasta frolla, come farla in modo corretto:

La pasta frolla è, proprio, uno degli impasti base della pasticceria. E’ possibile realizzarne sia una versione dolce che una salata. Occorrono pochi ingredienti, ma di ottima qualità. Per la realizzazione di un’ottima pasta frolla è fondamentale un burro di elevata qualità e le uova freschissime, oltre che alla farina. La pasta frolla può essere impiegata per sfornare crostate, torte, dolci e salate, e ancora biscotti.

Potremmo pensare agli ingredienti della pasta frolla come divisi in due categorie:

  1. parti asciutte, carboidrati e zuccheri: farina e zucchero;
  2. parti bagnate: burro (oppure oli, se non si vogliono usare derivati animali) e uova;

In base a cosa vanno mescolati gli ingredienti? In base al risultato che si vuole ottenere. Aumentando le dosi di burro si aumenta la friabilità della pasta frolla, mentre, se si aumenta la dose di zucchero si rende la frolla più croccante. Ci sono delle percentuali che preferisco mantenere per ottenere una buona frolla, il peso del burro non dovrebbe superare il 60% del peso della farina, lo zucchero non dovrebbe essere più del 50% (ad esempio 300 g di farina = 180 g di burro = 150 g di farina, come valori massimi). Queste dosi potrebbero variare a seconda dei gusti e dell’uso che se ne dovrà fare, ma ricordate che aumentare il burro renderà la pasta frolla più friabile e aumentarne lo zucchero la renderà più croccante.

Io preferisco utilizzare il 40% di burro e il 30% di zucchero del peso della farina. 

Un elemento fondamentale è controllare la temperatura del burro. Il burro deve essere utilizzato a temperatura ambiente, altrimenti la frolla sarà molto difficile da stendere e si screpolerà facilmente durante la stesura. Utilizzando il burro a temperatura ambiente, la farina lo assorbirà in modo ottimale e otterrete una frolla morbida e compatta.

E la farina di che tipo deve essere? Poiché la frolla non dovrà lievitare per molto tempo, non servirà una farina che tenga le lunghe lievitazioni, quindi sarà sufficiente una farina con una forza medio bassa, per intenderci, la farina tipo “00”.

Nella ricetta classica della frolla non va utilizzato il lievito, ma io preferisco metterne 8 g su 300 g di farina, questo renderà la frolla leggermente morbida e più duratura nel tempo, qualora vogliate conservarla (nel caso di biscotti).

Dopo questi accorgimenti potremo preparare un’ottima frolla, per le nostre crostate e dolcetti vari:

Ingredienti:

  • 300 g farina “00”;
  • 120 g burro;
  • 90 g zucchero;
  • 2 uova;
  • 1/2 bustina lievito in polvere;
  • aroma alla vaniglia;

Procedimento:

mettete, su una spianatoia o nella planetaria, la farina, aggiungete le uova, lo zucchero e il burro a temperatura ambiante, per ultimo il lievito. Impastiate bene fino ad ottenere una pasta liscia ed omogenea. Possiamo lasciarla riposare, da un minimo di 20 minuti ad un massimo di 2-3 ore, in frigo. Trascorso il tempo (saranno sufficienti 30 minuti) mettete il panetto tra 2 fogli di carta da forno (per evitare che si appiccichi al mattarello) e stendete la pasta frolla e create i dolci che preferite.

Buon appetito 🙂

Please follow and like us:

Leave a Reply

Name *
Email *
Website