Torta mimosa all’ananas

Torta mimosa all’ananas

Torta mimosa all’ananas, ricetta:

La torta mimosa è una torta tipicamente preparata in questo periodo, proprio per la festa della donna. Questa volta ho voluto provare una variante creando la torta mimosa all’ananas. Una ricetta molto semplice e anche fresca. L’ananas darà una nota molto fresca alla torta. La farcitura sarà con la panna e non con la crema e la panna, come di solito, e questo la rendere soffice come una nuvola.

Gli ingredienti sono per fare una torta del diametro di 20 cm circa.

Ingredienti:

Per la base:

  • un pan di spagna da 18 – 20 cm di diametro;

Per farcire:

  • 250 ml panna da montare;
  • 4 o 5 fette di ananas;
  • succo di ananas q.b.;

Procedimento:

Tagliate a cubetti l’ananas e fatelo sgocciolare per bene. Prendete il pan di spagna e tagliatelo in 3 dischi uguali. Togliete il disco centrale e mettetelo da parte. Bagnate i due dischi laterali ( il primo e la base) con il succo di ananas, aiutandovi con un pennello da cucina. Adesso prendete il disco centrale e tagliatelo a cubetti piccoli.

 

ananas cubetti
ananas cubetti

pan di spagna cubetti
pan di spagna cubetti

 

Prepariamo la farcitura: prendete la panna liquida, fredda di frigo, e versatela nella ciotola della planetaria, iniziate a montare con la frusta a filo, a velocità iniziale 5 per arrivare a velocità 8. Montare per bene la panna. Fate attenzione al tipo di panna che scegliete: alcune sono già zuccherate, altre necessitano di zucchero. Se avete comprato una panna da zuccherare, unite 50 g di zucchero a velo prima di montare.

 

panna montata
panna montata

 

A questo punto, prendete la base del pan di spagna e iniziate a farcire, versate la panna e livellate aiutandovi con una spatola. Mettete sopra una parte dei cubetti di ananas e coprite con altra panna. Poggiate sopra l’altro disco di pan di spagna, fate attenzione, adagiatelo delicatamente. Continuate a versare la panna, coprite tutta la torta e livellate per bene il tutto.

 

 

disco con bagna
disco con bagna

 

disco con panna
disco con panna

 

farcitura disco base
farcitura disco base

 

farcitura torta
farcitura torta

 

torta livellata
torta livellata

 

bordo torta mimosa
bordo torta mimosa

 

torta momosa bordo
torta mimosa bordo

 

torta momosa ananas
torta mimosa ananas

 

torta mimosa pronta
torta mimosa pronta

 

torta mimosa fetta
torta mimosa fetta

 

A questo punto coprite il bordo (lungo tutta la circonferenza) con i pezzetti di pan di spagna, mentre sopra coprirete con i cubetti di ananas che sono rimasti. Decorate nel modo che più vi piace dando l’effetto mimosa alla vostra torta.

Conservate la torta in frigo, può durare per un paio di giorni.

Buon appetito 🙂

 

Please follow and like us:

Pizza napoletana cotta su pietra refrattaria

Pizza napoletana cotta su pietra refrattaria

Pizza napoletana cotta su pietra refrattaria, ricetta:

Da un pò di tempo sto provando a fare la pizza in casa, fin’ora avevo fatto la pizza in teglia con ottimi risultati, ma questa volta ho voluto provare la pizza napoletana cotta su pietra refrattaria, quella che si mangia solo in pizzeria.

Premetto che devo assolutamente ringraziare un fantastico gruppo dal quale sto imparando moltissimo, si tratta de La Confraternita Della Pizza, e il nome è tutto un programma!!! Questo gruppo è diventato per me di fondamentale importanza per le mie lezioni sulla pizza, oltre ad un libro Panificando del maestro Piergiorgio Giorilli, una bibbia per chi vuole davvero imparare come si fa la panificazione.

Quella che vi propongo è la ricetta della pizza della pizza napoletana cotta nel forno di casa ma su pietra refrattaria come se fosse fatta in pizzeria. Ovviamente, il forno a legna è tutta un’altra storia, ma con questo metodo il risultato sarà ottimo. Basterà utilizzare la massima temperatura del vostro forno elettrico e la pietra refrattaria posta sul ripiano più basso.

Questa ricetta ha una lievitazione di 8 ore, potrete iniziare la mattina es essere pronti per cena.

Ingredienti (per 5 panetti):

  • 800 g di farina media forza (W270 circa);
  • 500 g di acqua fredda di frigo;
  • 3 g di lievito di birra;
  • 27 g di sale fino (potranno essere 25 o 30 a seconda dei gusti);

Procedimento:

mettete il lievito e l’acqua nella vostra planetaria e iniziate a farlo sciogliete, aggiungete la farina, poco alla volta, e il sale. Impastate per circa 20 minuti, dovrete ottenere un impasto morbido ed omogeneo che non si attacca alle mani. Formate un panetto, mettetelo dentro un recipiente con coperchio e lasciatelo lievitare in frigo per 3 ore.

Tirate fuori l’impasto e dividetelo in 5, formate delle palline da circa 250 – 260 grammi ciascuna e rimettete a lievitare, questa volta nel forno spento. Lasciate lievitare per altre 5 ore. Dopo questa lievitazione sarete pronti per stendere e infornare la pizza.

Preparate il condimento che preferite e il gioco è fatto!

Preriscaldate il forno alla massima temperatura, ponete la pietra refrattaria nel ripiano più basso, stendete e farcite la pizza. Adesso infornate per 10 minuti circa, controllate la cottura e sfornate.

Buona pizza a tutti 🙂

Please follow and like us:

Muffin con mele e orzo light

Muffin con mele e orzo light

Muffin con mele e orzo light, ricetta veloce:

Vi propongo, ancora una volta, una ricetta light, adatta a chi sta seguendo una dieta o semplicemente non vuole superare un certo regime calorico. Questi muffin con le mele sono anche proteici e con pochissimi grassi. Ho utilizzato le proteine del latte, l’orzo e la farina di avena, sostituendo lo zucchero con la stevia. Ma se non trovate la stevia potrete utilizzare lo zucchero di canna o il fruttosio.

Questa ricetta è semplice e veloce da realizzare, adatta ad una colazione o una merenda sana e leggera.

Ingredienti (per 12 muffin):

  • 120 g di farina d’avena;
  • 35 g di proteine del latte;
  • 35 g di orzo in polvere;
  • 1/2 bustina di lievito per dolci;
  • 1 cucchiaino di cannella;
  • 4 uova intere;
  • 18 g di stevia (oppure 20 g di fruttosio o zucchero di canna);
  • aroma di vaniglia a piacere;
  • 15 g di olio di semi;
  • 350 g di mele;

Procedimento:

sbucciate le mele e tagliatele a pezzettini piccoli. Versate nella ciotola della planetaria ( o in una terrina) la farina d’avena, le proteine del latte, l’orzo, la cannella, il lievito, la stevia e fate aerare per 30 secondi, aggiungete le uova e fate lavorare a bassa velocità. Fate amalgamare bene e aggiungete le uova, la vaniglia e l’olio di semi. Fate lavorare l’impasto per 5 minuti finché si sarà bene mescolato e incorporate bene tutti gli alimenti.

Se non avete la planetaria potrete utilizzare uno sbattitore elettrico o mescolare con un mestolo a mano, ci metterete qualche minuto in più ma il risultato sarà assicurato.

Una volta incorporati bene gli alimenti e ottenuto un impasto piuttosto denso, unite le mele a pezzetti e mescolate con un mestolo, facendo amalgamare bene le mele. Otterrete un composto denso e ruvido.

Impasto muffin
Impasto muffin
muffin sfornati
muffin sfornati

Preriscaldate il forno a 180° e foderate una teglia da muffin con i pirottini di carta. Versate un cucchiaio di composto in ogni pirottino e finite l’impasto cercando di distribuire l’impasto in maniera equa. Infornate nel forno caldo per 20 minuti. Fate la prova stuzzicadenti prima di sfornare. Lasciate raffreddare la teglia su una gratella per 5 minuti e poi estraete i pirottini, lasciandoli sulla gratella finchè saranno tiepidi. Spolverate con zucchero a velo o cannella e servite. Saranno ottimi sia tiepidi che freddi.

Buon appetito 🙂

Please follow and like us:

Pollo al sesamo light

Pollo al sesamo light

Pollo al sesamo light, ricetta:

Una delle cose che preferisco è mangiar bene e con gusto. A chi piacerebbe mangiare rinunciando ai sapori in nome di una dieta salutare? Uhm.. A nessuno, forse! Si può mangiare bene, leggero, ma senza rinunciare al sapore. Il pollo è una carne bianca, indicata spesso nelle diete con un basso apporto calorico o in quelle proteiche. Ma invece che fare la solita fetta di pollo grigliata o alla piastra si può aguzzare l’ingegno e la fantasia e preparare qualcosa di sfizioso, proprio come il pollo al sesamo light. Basteranno pochi ingredienti per preparare un piatto leggero e saporito.

Ingredienti:

  • 250 g di petto di pollo;
  • 1 limone;
  • 2 cucchiai di olio evo;
  • sesamo q.b.;
  • sale e pepe q.b.;

Procedimento:

Per preparare il pollo al sesamo light, prendete il pollo e tagliatelo a pezzetti formando dei bocconcini. Mettete il pollo a marinare nel limone e olio, lasciatelo per 20-30 minuti. Preparate il sesamo in un piatto fondo e iniziate a panare il pollo nel sesamo, fate attenzione a coprire bene il pollo col sesamo da entrambi i lati. Appoggiate i pezzetti di pollo in una teglia e procedete finendo tutto il pollo. Condite con sale e pepe a piacere. Potrete cuocere il pollo sia nel forno a microonde che nel forno tradizionale. Io, in questo caso ho utilizzato il microonde perché avevo poco tempo a disposizione.

Modalità cottura:

  1. cottura microonde: modalità crisp per 15 minuti.
  2. cottura forno classico: preriscaldate a 180° e cuocete per 20 minuti circa.

Potrete servire il pollo con un’insalata mista, con versure varie o con le patate al forno. O, ancora, con purea di patate o crema di yogurt. Il risultato sarà davvero ottimo. Il pollo andrà sfornato quando si sarà dorato e sarà ottimo sia caldo che freddo. Potrete preparare un’ottima cena o dei fantastici aperitivi per i vostri amici.

Buon appetito 🙂

Please follow and like us:

Ricetta biscotti al cioccolato: Ben’s cookies

Ricetta biscotti al cioccolato: Ben’s cookies

Ricetta biscotti al cioccolato: Ben’s cookies

Oggi, con l’aiuto della mia amica Giulia, ho preparato dei fantastici biscotti al cioccolato, sto parlando della Ricetta biscotti al cioccolato: Ben’s Cookies, questi buonissimi biscotti al cioccolato sono una vera bomba calorica, perciò vi consiglio di non esagerare, ma sono di quelle cose che vanno provate almeno una volta nella vita!

Un biscotto che dal 1983 viene prodotto a Londra in una bottega, la Ben’s Cookies appunto. Unici nel loro genere, allieteranno le vostre pause, rendendole puri momenti di piacere. Ho seguito la ricetta che ha postato una ragazza su youtube, ma la prossima volta modificherò a mio piacimento, perché sono venuti molto dolci, un pò di zucchero e burro in meno non avrebbero fatto male, ma poiché era la prima volta che li facevo, ho cercato di attenermi il più possibile.

Nel negozio di Londra ne troverete diverse varianti, con le noci, con doppio cioccolato, con triplo cioccolato e anche aromatizzati alle arance o zenzero, io mi terrò sul classico. La ricetta proposta è quella dei biscotti al cioccolato con doppio cioccolato, al latte e bianco.

Grazie Giulia per avermi fatto conoscere questi magnifici biscotti al cioccolato: Ben’s cookies

Ingredienti (12 biscotti):

  • 275 g di farina auto-lievitante;
  • 200 g di burro;
  • 50 g di cacao amaro;
  • 250 di zucchero (lei 300);
  • 1 uovo;
  • 200 g di cioccolato al latte;
  • 200 g di cioccolato bianco;
  • 6 quadratini di cioccolato bianco;
  • 6 quadratini di cioccolato al latte;

Procedimento:

Iniziamo con la ricetta biscotti al cioccolato: Ben’s cookies. Lasciate il burro a temperatura ambiente, versatelo nella ciotola della planetaria (o in una ciotola qualsiasi se volete lavorarlo a mano) insieme allo zucchero e iniziate a lavorarlo alla minima velocità, utilizzando la frusta a K. Fate lavorare fino ad ottenere un composto spumoso e omogeneo.

Burro e zucchero
Burro e zucchero
impasto biscotti Ben's cookies
impasto biscotti Ben’s cookies
impasto biscotti Ben's cookies
impasto biscotti Ben’s cookies

Aggiungete l’uovo e fate assorbire. A questo punto, poco alla volta unite il cacao amaro e la farina e lasciate assorbire, dovrete ottenere un composto molto denso e compatto. Una volta lavorato per 5 minuti circa, fermate la planetaria e aggiungete il cioccolato bianco e quello al latte tagliato a pezzetti, mescolate aiutandovi con un mestolo di legno o comunque duro.

Preriscaldate il forno a 200° e preparate una leccarda con carta stagnola. Prelevate poco alla volta l’impasto e formate delle palline, grandi come un uovo, compattatele e appoggiatele sulla teglia (distanti tra loro). Su ogni pallina mettete 1 quadrettino di cioccolato e poi spingetelo dentro, coprite con le dita e ricomponete la pallina senza schiacciarla troppo. Continuate così e finite l’impasto. Infornate per 8 minuti.

Biscotti Ben's cookies
Biscotti Ben’s cookies
Biscotti Ben's cookies
Biscotti Ben’s cookies

Trascorso il tempo, sfornate i biscotti e lasciate intiepidire nella leccarda, lasciateli finché saranno freddi. Dopo circa 20 minuti potrete servirli.

Non crederete alle vostre papille gustative, questi biscotti sono eccezionali!

Buon appetito 🙂

Please follow and like us:

Biscotti avena e cocco senza grassi

Biscotti avena e cocco senza grassi

Biscotti avena e cocco senza grassi, ricetta facile:

Cosa fate quando aprendo la dispensa trovate tanti pacchetti già aperti e con poco contenuto? Quel pacchetto con 100 g di una farina, 50 g di un’altra ecc.. Che sono pochi per qualsiasi ricetta, e non sapete come utilizzarli? Bene, a me è successo stamattina, ho trovato un pò di farina d’avena, qualche fiocco d’avena, qualche scaglia di cocco e mi sono messa a pensare cosa poteva venir fuori, così ho fatto un esperimento. Ho preso la bilancia, carta e penna, la ciotola ed ho iniziato a pesare tutto quello che avevo, scrivendomi le dosi che ne venivano fuori. Sono venuti fuori dei biscotti avena e cocco senza grassi, si, perchè non mi andava di usare burro o tuorli d’uovo, ne latte o margarina. Ho usato giusto lo zucchero di canna. L’aspetto è fantastico e il profumo ha invaso la mia cucina. Ottimi i biscotti avena e cocco senza grassi appena sfornati. Con queste dosi farete 23 biscotti.

Ricetta dei biscotti avena e cocco senza grassi:

Ingredienti (per 23 biscotti):

  • 136 g di scaglie di cocco (o farina di cocco);
  • 59 g di farina d’avena;
  • 50 g di fiocchi d’avena;
  • 15 g di nesquik (o cacao);
  • 80 g di zucchero di canna;
  • 75 g di albumi (2 uova medie);
  • 1/2 lievito per dolci (8 g);
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia (opzionale);

N.B.: Io ho usato queste dosi perchè erano ciò che mi era rimasto, ma voi arrotondate pure, ad esempio la farina d’avena, mettetene 60 g 🙂

Procedimento:

versate tutti gli ingredienti nella ciotola planetaria e impastate con la frusta a K. Se non avete la planetaria potete impastare a mano. Impastate per qualche minuto, otterrete un impasto appiccicaticcio, aiutatevi con un pò di farina di avena per impastare. Mettete l’impasto sulla spianatoia e stendete col mattarello. Con uno stampo per biscotti di 4 o 5 cm formate i vostri biscotti. Posateli su una leccarda, per biscotti, foderata con carta forno. Preriscaldate il forno a 180° e infornate per 15 minuti. Si gonfieranno leggermente ma non tanto. Appena cotti, togliete la leccarda dal forno e lasciateli riposare per 20 minuti circa senza toccarli. Poi potrete mangiarli.

Buon appetito 🙂

Please follow and like us:
Pane con lunga lievitazione

Pane con lunga lievitazione

Pane con lunga lievitazione

Pane con lunga lievitazione, ricetta:

Oggi vi propongo il pane fatto in casa, il pane con lunga lievitazione, fatto come lo faceva mia nonna: lei adorava fare il pane con lunga lievitazione, con farina di grano duro e semi misti. Se decidete di farlo, e ve lo consiglio, sentire l’immenso profumo, il sapore e la fragranza di questo meraviglioso pane con lunga lievitazione. La ricetta che vi darò è per fare una pagnotta, ma voi date pure la forma che volete. Io ho lasciato lievitare, il pane a lunga lievitazione per tutta la notte, voi potrete decidere di lasciarlo lievitare da un minimo di 2 o 3 ore fino a tre giorni di fila. Ciò che cambia aumentando i tempi di lievitazione sarà la pasta, ovviamente più tempo lascerete lievitare il pane e più la pasta risulterà acida nel momento della lavorazione, ma l’effetto alveolatura sarà assicurato. Inoltre, io ho usato il lievito madre secco attivo, ma voi potete utilizzare anche il lievito di birra fresco o il lievito di birra secco.

Basta chiacchiere, eccovi la ricetta:

Ingredienti:

  • 400 g di farina di semola rimacinata;
  • 315 g di acqua fredda;
  • 20 g di lievito madre secco;
  • 10 g di sale;

Procedimento:

Inizio impasto pane a lunga lievitazione ore 20:30 del 1° giorno:

Versate la farina e il lievito nella ciotola della planetaria, iniziate a far prendere aria alla farina e unite poco alla volta l’acqua, continuate fino a farla assorbire tutta (inizialmente usate la frusta a K). Adesso unite il sale e fate assorbire. Cambiate la frusta, mettete il gancio e fate lavorare l’impasto fino a farlo incordare. Per controllare l’incordatura fate la prova velo:

Pane con lunga lievitazione: prova velo
Pane con lunga lievitazione: prova velo
Pane con lunga lievitazione: incordatura
Pane con lunga lievitazione: incordatura
Pane con lunga lievitazione: impasto
Pane con lunga lievitazione: impasto

 

 

 

 

 

Adesso lasciate riposare l’impasto per almeno 2 ore o finché non sarà triplicato di volume. mettete l’impasto del pane a lunga lievitazione nel forno spento con la luce accesa (dovrete mantenere una temperatura di circa 28°.

Lievitazione nel frigo ore 22.40:

Trascorso questo tempo prendete l’impasto e mettetelo dentro il frigo, lasciate finire la lievitazione dentro il frigo, io l’ho lasciato tutta la notte. L’impasto del pane continuerà a crescere in modo molto lento. Coprite la ciotola con la pellicola.

Pane con lunga lievitazione: 1° lievitazione
Pane con lunga lievitazione: 1° lievitazione

Ore 7:00 del 2° giorno:

Togliete l’impasto dal frigo, mettetelo su una spianatoia e fate qualche piega, formate una palla e lasciate lievitare il pane ancora 1 ora circa, coprendo l’impasto con un canovaccio pulito. Preriscaldate il forno a 250° in modalità statica.

Pane con lunga lievitazione: 2° lievitazione
Pane con lunga lievitazione: 2° lievitazione

Trascorsa anche questa ora scoprite l’impasto, spennellate con olio evo aiutandovi con un pennellino, e facendo attenzione a non smontare la lievitazione, fate 2 tagli paralleli sulla pagnotta e cospargete di semi a piacere (io ho usato un mix di semi di zucca, sesamo, semi di lino, semi di papavero. Infornate per 40 minuti circa, dopo i primi 20 minuti, se vedete che il pane diventa troppo scuro, mettete sopra la carta stagnola e continuate la cottura. Appena cotto, controllate sempre la cottura con uno spiedino, sfornate e lasciate intiepidire su una griglia (lasciando asciugare il pane).

Pane a lunga lievitazione
Pane a lunga lievitazione
Pane a lunga lievitazione
Pane a lunga lievitazione

Il risultato sarò ottimo, il profumo sublime e il sapore genuino.

Buon appetito 🙂

 

Please follow and like us:
Insalata di riso e farro

Insalata di riso e farro

Insalata di riso e farro

Insalata di riso e farro ricetta:

L’insalata di rio e farro, unita alle verdure e i legumi è una ricetta fresca, leggera e di facile preparazione. Dopo le feste bisogna disintossicarsi dagli eccessi (tanti eccessi) che abbiamo avuto, senza rinunciare al gusto. Questa insalata di riso e farro farà al caso vostro! Ingredienti leggeri e genuini porteranno un pò di regolarità alla vostra dieta e vi aiuteranno a purificarvi dagli eccessi del natale scorso.

Se non vi piace l’insalata semplice, o volete tenervi leggeri, potrete unirla al riso, al farro e ai fagioli e preparare un primo piatto saporito e leggero. Mangiare sano dovrebbe essere la nostra prerogativa a tavola, perciò abbondiamo pure con queste ricette 🙂

Sarà un’ottima alternativa sia per il periodo invernale che per quello estivo. Porterete a tavola ingredienti buoni e genuini, freschi e colorati.

Gli ingredienti per preparare una buona insalata di riso e farro sono i seguenti:

Ingredienti:

  • 150 g di mix riso integrale e farro;
  • 2 foglie di lattuga;
  • 50 g di fagioli borlotti;
  • 50 g di fagioli cannellini;
  • qualche pomodorino;
  • olio evo:
  • sale e pepe q.b.;

Preparazione:

mettete a bollire l’acqua salata in una pentola e iniziate a preparare gli ingredienti per la vostra insalata di riso e farro, lavate la lattuga e i pomodorini e tagliateli a pezzetti, preparate i fagioli (io ho usato quelli pronti, già precotti) lavandoli per bene in acqua fredda. Appena l’acqua bolle versate il mix di riso e farro, aggiustate di sale e continuate la cottura. Finite di cuocere e scolate il mix di riso e farro, lasciate intiepidire e unite gli altri ingredienti, condite con sale, pepe e olio evo, così avrete preparato l’insalata di riso e farro. Servite tiepida o fredda, è buona in entrambi i modi!

Buon appetito 🙂

Please follow and like us:
Cheesecake con frolla

Cheesecake con frolla

Cheesecake con frolla

Cheesecake con frolla, ricetta con ricotta e philadelphia

La torta Cheesecake è sempre buona e facile da preparare, la si potrà gustare in diversi modi e sperimentare ogni volta una cheesecake diversa. Oggi vi propongo una cheesecake con la base di pasta frolla.  Si può fare fredda o al forno, sono 2 torte diverse ma ugualmente buone. I procedimenti sono semplici e facili da seguire.  Sarà un successo per i vostri amici, oppure per la merenda dei vostri bambini, o, perché no, per un momento di puro godimento dedicato a voi stessi.

Vi servirà una teglia, con cerniera, del diametro di 26 – 28 cm.

Ingredienti: 

Per la base:

Per la crema:

  • 750 g di ricotta;
  • 500 g di philadelphia;
  • 50 g di amido di mais;
  • un cucchiaino di essenza di vaniglia;
  • 1 uovo;
  • 320 g di zucchero;

Per decorare:

  • composta di ciliege;

Preparazione:

Foderate lo stampo a cerniera con la carta da forno. Preparate una terrina, stendere la pasta frolla preparata in precedenza, spianate per bene sul fondo e accendete il forno a 200° statico.

Prepariamo la crema: mettete nella ciotola della planetaria la ricotta, la philadelphia, lo zucchero, la vaniglia e l’uovo e iniziate a mescolare con la frusta fino ad ottenere un composto omogeneo. Aggiungete l’amido di mais setacciato e mescolate per bene finché avrete ottenuto una crema densa e liscia. A questo punto prendete lo stampo con la frolla e versatevi la crema. Infornate a 200° per i primi 15 minuti, successivamente abbassate fino a 180° e continuate la cottura per altri 40 minuti. Trascorso il tempo, spegnete il forno e lasciatela riposare dentro per 20 minuti. Poi tirate fuori la torta da forno e lasciatela intiepidire qualche altro minuto.

Spalmate sopra la composta di ciliege oppure usate pure la marmellata che preferite.

Buon appetito :)

Please follow and like us:
Passatelli asciutti

Passatelli asciutti

Passatelli asciutti

Passatelli asciutti ricetta

 

I passatelli sono un primo piatto romagnolo, gustosissimo e facile da preparare. Ne esistono diverse versioni, quella che vi propongo oggi è con la farina, poca, anche se molte “azdore” (signore) romagnole non la mettono! Questo piatto è diventato uno dei miei preferiti da quando vivo in Romagna, li mangerei tutti i giorni, ma mi limito 🙂

La ricetta classica vuole che i passatelli siano fatti in brodo, ma i passatelli si possono gustare anche asciutti, anzi io preferisco i passatelli asciutti spesso, ed eccovene una versione con crema di pecorino. Potrete gustarli con diversi condimenti a seconda dei vostri gusti, e se fate un giro in Romagna ricordate di mangiare i passatelli in “patria”, non ve ne pentirete!

La ricetta che vi posto è per 4 persone:

Ingredienti:

Per l’impasto:

  • 180 g di pan grattato;
  • 150 g di parmigiano;
  • 3 uova;
  • scorza di 1 limone grattugiata;
  • un pizzico di noce moscata;
  • 3 cucchiai di farina “00;

Per la crema di pecorino:

  • 70 g di pecorino grattugiato;
  • 90 g di latte;

Utensili:

  • vi servirà lo schiacciapatate con fori larghi

Preparazione:

prendete una ciotola e mettete dentro tutti gli ingredienti, mescolate per qualche minuto, amalgamate bene e formate una palla, il piu’ possibile, compatta.  Intanto preparate la crema di formaggi e fate bollire l’acqua poco salata (perchè sia i passatelli che il condimento sono un pò salati). Mettete il pecorino grattugiato in una padella antiaderente e unite poco alla volta il latte, fate sciogliere il formaggio, a fiamma bassa, fino a formare una crema.

Prepariamo i passatelli: dividete in palline l’impasto e passateli nello schiacciapatate, fateli lunghi circa 6 – 7 cm, finite l’impasto. Appena l’acqua bolle  mettete i passatelli, tirateli via appena vengono a galla e conditeli facendo attenzione a non spezzarli.

Buon appetito 🙂

Please follow and like us: